Mustela Putorius

 

FURETTI: la storia, il comportamento, l’allevamento, la riproduzione, l’addestramento e tanti consigli pratici per un animale nuovo ma già amato da molti (mustela putorius furo).

Il furetto appartiene alla famiglia dei mustelidi, come la puzzola, da cui deriva, l’ermellino, la donnola, il ghiottone ecc., è un animale carnivoro e non va confuso con i roditori, come molti pensano.

 

FURETTO NEI SECOLI

Il furetto anticamente veniva usato per contrastare le colonie di topi e di ratti che infestavano i campi, villaggi, città e navi, il furetto aveva doti eccellenti nello sterminare le famiglie di roditori e cosa ancora più importante, non rischiava di contrarre le malattie delle quali i roditori erano portatori, come la morte nera (peste) ecc.

Dopo qualche secolo, con la diminuzione dei topi, il furetto venne utilizzato come animale da caccia.

Il cacciatore allevava i furetti nutrendoli con animali vivi (topi, conigli ecc.) per eccitarli all’odore del sangue e per aumentare l’aggressività, chiudeva i furetti in scatole o sacchi percuotendoli con un bastone.

Cercavano di selezionare esemplari piccoli, sottili e lunghi, adatti ad intrufolarsi in tane e cunicoli per stanare le prede e permettere cosi al cacciatore di abbatterle, a volte insieme allo stesso furetto.

IL FURETTO OGGI

Ai giorni nostri, il furetto è un animale completamente diverso.  La caccia con il furetto è stata vietata quasi ovunque e anche l’usanza di utilizzare il furetto come animale da pelliccia, usanza barbara ed inutile perché dopo la concia il pelo manteneva il caratteristico odore di selvatico.

Il merito di riportare dall’oblio il furetto è di pochi appassionati nord europei ed americani.

Hanno selezionato animali unicamente da compagnia, docilissimi, allegri e giocherelloni, di taglia più grossa e molto belli, con muso tondo, che li differenzia dai cugini cacciatori che notoriamente hanno il musetto sottile e appuntito.

Il furetto si affeziona al "padrone" ed è sempre disponibile al gioco. Con la classica postura a "gobba" finge attacchi a bocca spalancata ed emettete un buffo versetto intimidatorio, sia che giochi con amici umani che con cani e gatti.

Sconsigliato qualsiasi contatto con conigli, criceti e roditori in genere.

 

ALIMENTARE CORRETTAMENTE IL FURETTO

Il furetto mangia, assimila e digerisce solo fibre animali. Alcuni testi, in particolare quelli americani, consigliano la somministrazione di frutta e verdura. A mio avviso è superfluo perché, il nostro amico furetto possiede un intestino corto da carnivoro e non assimila le fibre vegetali ma necessita di cibo da gatto umido oppure secco, di alta qualità, pesce bollito o carne cruda a piccoli pezzi ma, mai cibo di bassa qualità, cibo da cani (il cane è onnivoro) o avanzi di cucina.

IL FURETTO "PUZZETTA" UN PO’: ECCO COSA FARE!!!

Innanzi tutto i furetti sono provvisti di ghiandole perianali, ghiandole che emettono un fortissimo odore quando il furetto si sente minacciato oppure in seguito ad un grosso spavento.

Da parte mia, che allevo furetti da diversi anni, ho avuto il "piacere " di annusare questo odorino pochissime volte e solitamente, a causa delle condizioni sopra descritte.

Queste ghiandole si possono eliminare con un intervento chirurgico, alcuni esemplari vengono venduti già operati.

Il maschio, per non puzzare, va sterilizzato mentre la femmina, al naturale, non emana odore ma, raggiunta la maturità sessuale, va fatta assolutamente coprire dal maschio ad ogni calore per evitare che vada in anemia ormonale con il rischio di morire.

IL FURETTO E L’IGIENE PERSONALE

Il furetto adora l’acqua, ama nuotare e giocare nell’acqua, ama molto meno l’acqua unita al sapone e comunque, il bagno va fatto una volta al mese, non di più, usando un buon prodotto per cani o gatti evitando di bagnare le orecchie.

Le orecchie vanno pulite regolarmente usando un cotton fioc inumidito con lozione oleosa (quella usata per i neonati) partendo dall’interno verso l’esterno del padiglione auricolare. Se il Vostro furetto vive con uno o più furetti provvederanno tra di loro alla pulizia delle orecchie.Sttt non fate rumore !!!

Le unghie vanno accorciate con regolarità utilizzando le forbici da gatto.

VACCINAZIONI, MALATTIE E VISITE VETERINARIE

E’ molto importante salvaguardare la salute del nostro amico furetto e come per tutti i nostri amici animali, le vaccinazioni sono molto importanti.

Il furetto va vaccinato annualmente contro il cimurro, la lectospirosi ed è importante la profilassi per la filaria (punture della zanzara portatrice di filaria).

Tutto questo va fatto sotto controllo di un veterinario specializzato in furetti, come l’eventuale sterilizzazione, sghiandolamento o interventi chirurgici in genere.

 

Precedente Home Su Successiva